PRODOTTI
 

 - Substrati Cardoncello


 - Substrati altre specie
   » Hericium Erinaceus
  » Hericium Ramosum
  » Lentinus Edodes
  » Pholiota Aegerita
  » Pleurotus Cornucopiae
  » Pleurotus Nebrodensis
  » Pleurotus Ostreatus


 - Coltivazione Hobby




 

SUBSTRATI ALTRE SPECIE

SCHEDA TECNICA HERICIUM ERINACEUS

 
Resitenza alle temperature minime:  
  Buona
Resistenza ai rialzi termici:       
  Scarsa
Colore:          
  Bianco candido
Pezzatura:          
  Medio-grande
Colore del micelio:        
  Bianco rado con addensamenti piu' scuri
Produttivita':          
  Elevata
Precocità a 16-18°C e ad umidità relativa 90%:
  15-20 gg
Periodo di coltivazione ottimale:    
  Autunno-inverno

 

Resistenza
Fungo con buona resistenza alle malattie ed in particolare al Trichoderma viride, al Dactylium dendroides e alla Batteriosi.
Ambiente di coltivazione
Questo fungo necessita di ambienti con poca luce, umidità elevata e temperatura costante. Per l'hobby si consigliano cantine o posti con poca luce e molta umidità.
                           
da 000 a 200 m sul livello del mare  
  G F M A M G L A S O N D  
                         
                           
                         
da 200 a 500 m. sul livello del mare  
  G F M A M G L A S O N D  
                         
                           
                         
da 500 a 1000 sul livello del mare  
  G F M A M G L A S O N D  
                         
                           
                         
Caratteristiche del fungo:
Il fungo erinaceo fa parte della vasta classe dei Basidiomiceti. Di colore bianco candido o marrone chiaro, vive sui tronchi di latifoglie durante i mesi autunnali e primaverili. La sua caratteristica forma a cavolfiore, ha ispirato numerosi nomi. In Cina è chiamato "Cervello di scimmia" mentre in numerose località italiane "Testa d'orso". L'erinaceo, sconosciuto nella cucine occidentali, viene considerato un fungo di grande pregio nelle cucine orientali..
Coltivazione:
Tagliare la plastica all'altezza del bordo superiore dei sacchi di substrato e sistemarli l'uno accanto all'altro in un ambiente poco luminoso con umidità elevata e con circolazione lenta ma continua di aria. Procedere a 1-2 innaffiature giornaliere per creare idonee condizioni di umidità. Dopo la prima raccolta, pulire bene il substrato e procedere come in precedenza per la successiva raccolta.


Az. Agr. Dr. Mario Castelluccio – C.da Massanova, 85038 – Senise (PZ)
Tel: 0973.584945 - P.IVA 00277210761 email: info@castellucciofunghi.it  sito web: www.castellucciofunghi.it